Raccolta di articoli divulgativi o di approfondimento sulle best practices organizzative più diffuse.

AgilePgM® – Agile Programme Management, il webinar

Siamo lieti di pubblicare la registrazione integrale dell’incontro “AgilePgM® – Agile Programme Management; deliver what is required when is required“, da noi organizzata in occasione del lancio di questa nuova qualificazione da parte di APMG International.


La presentazione ha una durata di circa 45 minuti.

I metodi e le prassi Agile sono diventate di recente molto popolari, dal momento che le organizzazioni tentano di rispondere in modo sempre più veloce ed efficace a un numero crescente di iniziative di cambiamento.

Questo è in particolare vero nel mondo del Project Management, com’è testimoniato dal crescente interesse nei nostri corsi ed esami Agile.

Ma cosa accade nelle iniziative di cambiamento su grande scala, il cosiddetto Programme Management?
Continua a leggere AgilePgM® – Agile Programme Management, il webinar

Ti spiego cos’è ITIL® in 400 parole

ITIL®, che cosa vuol dire

ITIL® è l’acronimo di Information Technology Infrastructure Library; la library è ad oggi costituita da sei volumi, i cinque volumi “classici”, uno per ogni fase del ciclo di vita dei servizi IT, e un sesto volume denominato “ITIL® Practitioner”. Possiamo considerare in qualche modo parte della biblioteca anche il volume RESILIA™, destinato all’introduzione di prassi di Cyber Resilience nelle organizzazioni. Di recente AXELOS ha comunicato che l’acronimo non è da considerare ufficiale, e quindi ITIL®… non vuol dire nulla.

Che cos’è

Si tratta dell’approccio all’IT Service Management più diffuso al mondo, basato sull’allineamento dei servizi IT con le necessità del business.

In sintesi

ITIL® è stato creato negli anni ’80 dalla Central Computer and Telecommunications Agency del governo inglese (la stessa agenzia che ha creato PRINCE2®) con l’obiettivo di garantire il miglior utilizzo possibile dei servizi e delle risorse IT. Anche se molti continuano a parlare di ITIL® v3 la versione attuale del framework si chiama ITIL® 2011 ed è stata pubblicata nel luglio del 2011. La proprietà intellettuale di ITIL® appartiene ad AXELOS.
Continua a leggere Ti spiego cos’è ITIL® in 400 parole

La negoziazione

Negoziazione

Articolo originale di Praxis Framework, traduzione in italiano di E-quality Italia.

Aspetti generali

Negoziazione è un termine comune che indica i vari meccanismi che cercano di dirimere le divergenze fra singoli individui, gruppi o aziende. I suoi obiettivi sono:

  • Trovare soluzioni a questioni che coinvolgono due o più parti;
  • Sviluppare relazioni vantaggiose fra due o più parti.

I principi della negoziazione sono utilizzati in molti contesti differenti. Due applicazioni ovvie sono la gestione dei conflitti e la gestione degli approvvigionamenti. Questi due esempi illustrano la vastità delle situazioni nelle quali le competenze di negoziazione devono essere applicate. Occuparsi dei conflitti personali spesso coinvolge questioni emotive e culturali, mentre la negoziazione degli approvvigionamenti concerne di solito termini e condizioni contrattuali.
Continua a leggere La negoziazione

Migliorare con la guida COBIT® Implementation di ISACA®

Se non avete trovato il tempo per partecipare al webinar “How to continually improve using ISACA COBIT® Implementation guidance“, organizzato da APMG-International lo scorso 27 ottobre, non dovete preoccuparvi! APMG-International ha messo a disposizione la registrazione del video del webinar e anche il relativo slideshow. Potete ottenere il materiale cliccando qui.
tavola-periodica-cobit

La registrazione del webinar vi fornirà tutte le conoscenze di cui ha bisogno chi desidera migliorare i processi collegati all’IT. La guida COBIT® Implementation, infatti, è basata sui principali standard internazionali e sul pensiero di leader come Ed Deming e John Kotter, che in questo modo sono integrati in un solo approccio coerente. Alla guida COBIT® Implementation sono associati anche un corso e un esame di certificazione, che vi descriviamo di seguito.
Continua a leggere Migliorare con la guida COBIT® Implementation di ISACA®

Che cos’è il Change Management

Che cos’è il Change Management

Articolo originale di Praxis Framework, traduzione in italiano di E-quality Italia.

Il raggiungimento dei benefici previsti da un business case spesso richiede cambiamenti delle modalità di lavoro dell’organizzazione. Questi cambiamenti di prassi sono detti ‘outcome‘; il passaggio dalle prassi attuali agli outcome desiderati si ottiene mediante il Change Management. Gli outcome di solito implicano che una parte dell’organizzazione adotti ed utilizzi i prodotti di uno o più progetti.

Gli obiettivi propri del Change Management sono:

  1. Definire il cambiamento organizzativo necessario per trasformare i prodotti dei progetti in benefici;
  2. Assicurare che l’organizzazione sia pronta ad implementare il cambiamento;
  3. Implementare il cambiamento ed incorporarlo nelle prassi dell’organizzazione.

Analizziamo di seguito i concetti principali di questa disciplina.
Continua a leggere Che cos’è il Change Management

#GTD: Natural Planning Model®, la registrazione del webinar

Siamo lieti di pubblicare la registrazione integrale dell’incontro “Natural Planning Model®, la pianificazione per i comuni mortali”, da noi organizzata in occasione dell’International Project Management Day 2016.


La presentazione ha una durata di circa 55 minuti. Il Natural Planning Model® rappresenta la dimensione verticale della metodologia GTD®, e consente alle persone che la utilizzano di sfruttare al meglio la propria creatività per raggiungere gli obiettivi desiderati.
Continua a leggere #GTD: Natural Planning Model®, la registrazione del webinar

RESILIA™ Pathway Tool

AXELOS ha messo a disposizione RESILIA™ Pathway Tool, un nuovo strumento gratuito on line che consente alle organizzazioni di valutare il proprio livello di maturità nella cyber security e individuare le azioni di miglioramento da attuare per diventare più resilienti ai cyber attack.

resilia-apmg-ato-logo

Il Pathway Tool consente alle organizzazioni di tutte le dimensioni di valutare le proprie abilità di cyber security. Il Tool produce una chiara rappresentazione grafica della situazione ed evidenzia le aree di forza e i punti di debolezza.

Continua a leggere RESILIA™ Pathway Tool

Fondamenti di management: Come avere influenza

Avere influenza, aspetti generali

Articolo originale di Praxis Framework, traduzione in italiano di E-quality Italia.

Gli obiettivi dell’influenza (o ascendente) sono:

  • Sviluppare e mantenere un team ad alte prestazioni;
  • Convincere gli stakeholder a sostenere gli obiettivi;
  • Convincere gli stakeholder a sostenere la realizzazione degli obiettivi.

I modelli di leadership, come quello di Hersey e Blanchard, rispecchiano i modelli del lavoro in team, come quello di Tuckman. Una delle tematiche forti di questi modelli è che man mano che il team si sviluppa, lo stile del manager deve cambiare da quello autoritario a quello di supporto. In un team ad alte prestazioni con un manager di supporto, una delle capacità chiave del manager sarà la capacità di influenzare. In questo tipo di relazione, il manager non starà tanto a raccontare al team cosa fare quanto piuttosto si impegnerà ad “indirizzarli” a fare la cosa giusta.

Continua a leggere Fondamenti di management: Come avere influenza

Il video del webinar ITIL® Practitioner

Il webinar dal titolo “ITIL® Practitioner unboxing” ha riscontrato un grande interesse! Pubblichiamo qui di seguito la registrazione integrale dell’incontro, per chi non ha potuto partecipare, e per chi vuole consultare nuovamente la presentazione.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=vLSr9AF17Uo]

Nel 2015 AXELOS ha pubblicato la guida ITIL® Practitioner, insieme al relativo esame di certificazione. La nuova guida si aggiunge alle guide e agli esami già esistenti.
Continua a leggere Il video del webinar ITIL® Practitioner

Applicare GTD® con agende e organizer

GTD® con agende e organizer

Articolo originale di David Allen – traduzione e adattamento in italiano di E-quality Italia. Per informazioni sui nostri corsi GTD® fate click qui.

Molte persone chiedono suggerimenti su come impostare il proprio sistema GTD® su un’agenda o un organizer “tradizionale”.

id-10070553

Il vantaggio principale dei sistemi tradizionali su carta è la loro capacità di fornire più rapidamente una sintesi dei nostri impegni nel loro contesto.

Questi sistemi ci consentono di raggruppare le nostre liste per contesto secondo il modo con cui desideriamo consultarle, e ottengono quindi un risultato migliore rispetto a un semplice raccoglitore in cui inserire separatamente i nostri elenchi su carta.

Vediamo di seguito come realizzare da soli un sistema GTD® efficace su carta. Continua a leggere Applicare GTD® con agende e organizer