Reticolo di schedulazione

Reticolo di schedulazione

Articolo originale di Praxis Framework, traduzione in italiano di E-quality Italia.

Un diagramma del reticolo di schedulazione rappresenta il modo in cui le attività di un progetto sono eseguite al fine di raggiungere gli obiettivi. Si tratta, in pratica, di rappresentazioni grafiche del metodo di lavoro adottato. Questa tecnica fu utilizzata per la prima volta negli anni Cinquanta del Novecento; ne furono sviluppate simultaneamente delle varianti su entrambi i lati dell’Atlantico.

Ci sono due formati principali per preparare un diagramma reticolare: l’activity-on-node (la forma più comune del quale è il diagramma di precedenza) e l’activity-on-arrow. Entrambi i formati conducono allo stesso risultato, ma dal 1985 il diagramma di precedenza è diventato di gran lunga il più largamente utilizzato, principalmente per l’uso diffuso di strumenti software per il Project Management.

‘Analisi del reticolo di schedulazione’ è il termine di solito utilizzato per indicare i diversi modi in cui un diagramma reticolare può essere analizzato, tra i quali ad esempio vi sono l’analisi del cammino critico, la pianificazione delle risorse limitate, la Program Evaluation and Review Technique (PERT – Tecnica di valutazione e revisione del programma), l’analisi Monte Carlo e la catena critica.

Praxis – il framework collaborativo on line per il Project, Programme e Portfolio Management – ha una voce Encyclopaedia in cui mette a disposizione una serie di brevi articoli per introdurre i più importanti concetti di Project Management. Abbiamo tradotto in italiano questi utili contributi e stiamo traducendo tutta la metodologia in italiano, grazie a un piccolo team di appassionati. L’articolo originale in inglese può essere consultato qui.

 

Reticolo di schedulazione ultima modifica: 2015-12-10T11:37:37+01:00 da amministratore