Five Whys

Il Project Management Institute ha recentemente reso disponibile il nuovo Exam Content Outline per la certificazione PMI-ACP®. Il nuovo esame è entrato in vigore a partire dal 15/10/2015, dopo un periodo pilota.
Prosegue la lunghissima serie di post nei quali tratteremo tutti gli elementi del Toolkit PMI-ACP®; oggi parliamo di Five Whys.

ID-100396476

La tecnica dei Five Whys (Cinque Perché) è stata sviluppata originariamente da Sakichi Toyoda ed è stata usata dalla Toyota Motor Corporation come parte del Toyota Production System. La tecnica è oggi adottata universalmente, ad esempio nell’ambito degli approcci Kaizen, Lean e Six Sigma. Vediamo di seguito di che cosa si tratta.
Continua a leggere Five Whys

I 12 principi di Agile

I 12 principi di Agile

Articolo originale di E-quality Italia. Consulta tutte le nostre Learning Pills!

In un periodo di boom delle metodologie Agile capita purtroppo spesso di incontrare organizzazioni che fanno finta di applicare Agile (il cosiddetto fake Agile). In che modo è possibile far finta di applicare Agile? Semplicemente applicandolo alla rovescia.

Agile è costituito da quattro valori fondamentali, riportati nell’Agile Manifesto, da dodici principi (che riportiamo di seguito) e da innumerevoli tecniche sviluppate nel corso degli anni.

Se iniziate con Agile applicando le tecniche e ignorando i principi e i valori lo state applicando alla rovescia, probabilmente non avrete alcun beneficio, e se siete particolarmente sfortunati potreste anche avere delle conseguenze negative.
Continua a leggere I 12 principi di Agile

I ruoli in Scrum

I ruoli in Scrum

Articolo originale di E-quality Italia. Si parla estesamente dei ruoli Scrum nei nostri corsi Scrum in aula e in e-learning.

I team di progetto in Scrum prevedono tre ruoli principali (core roles) ed alcuni ruoli secondari (ancillary roles). Spesso i ruoli principali vengono indicati con il termine maiali (pigs) mentre i ruoli secondari vengono indicati con il termine galline (chicken). Questa definizione scherzosa deriva dalla storiella della gallina che cerca di coinvolgere il maiale in un progetto per realizzare un english breakfast.
Scrum

Vediamo di seguito i ruoli in dettaglio.
Continua a leggere I ruoli in Scrum

Backlog grooming and refinement

In un tipico progetto Agile il Product Backlog conterrà tutte le User Story, le relative stime di effort e lo stato dei requisiti a priorità più elevata. Nel Product Backlog saranno anche inserite le User Story nuove o modificate sviluppate a causa di nuovi requisiti di business, richieste dei clienti, condizioni di mercato e/o lezioni apprese durante gli Sprint precedenti.

pablo-4

Continua a leggere Backlog grooming and refinement

Daily stand-up

Daily stand-up

Articolo originale di E-quality Italia.

I team di progetto in Agile e Scrum iniziano spesso la loro giornata lavorativa con una riunione detta daily stand-up o stand-up meeting.

Si tratta di un breve incontro, della durata indicativa di 15 minuti, in cui tutti i partecipanti rispondono alle seguenti tre domande:

  1. Quali risultati ho raggiunto ieri ?
  2. Che cosa farò oggi ?
  3. Quali sono gli ostacoli che rallentano il raggiungimento dei miei obiettivi ?

Tutti i membri del team devono essere presenti allo stand-up meeting, e tutti devono rimanere fino alla fine. Lo stand-up meeting si chiama così perché le persone devono stare in piedi, in modo da ridurre il rischio che la riunione si prolunghi inutilmente. Il burn up chart deve essere presente e ben visibile durante tutta la riunione.

La dichiarazione di interdipendenza dei PM

La dichiarazione di interdipendenza dei PM è una serie di sei principi di management destinati inizialmente ai responsabili dei progetti agile di sviluppo software. In seguito, il nome è stato cambiato nella “Dichiarazione di interdipendenza per il management moderno”, dal momento che si è capito che i principi possono essere applicati anche ad altre situazioni.

2415

Continua a leggere La dichiarazione di interdipendenza dei PM

Contratto flessibile, di che cosa si tratta?

Il testo originale inglese di questo post è stato realizzato da Susan Atkinson e Gabrielle Benefield. Potete scaricare i modelli UK e USA di contratto flessibile da questo sito. A proposito; per caso qualcuno della squadra dei traduttori di Praxisframework con competenze legali ha voglia di aiutarmi a tradurre l’intero documento? (Sì, ce l’ho proprio con te :-))

1401272756692

Un ‘contratto flessibile’ è un contratto adattabile e basato sui risultati, il cui obiettivo è massimizzare il rilascio di valore per il cliente. Per ottenere questo obiettivo:

Continua a leggere Contratto flessibile, di che cosa si tratta?