WIP limits

I Work in Progress limits (WIP limits) sono un’estensione della metodologia Agile non presente nell’Agile Project Management “tradizionale”. I WIP limits fissano il numero massimo di elementi che possono trovarsi in una fase di lavorazione in un processo di sviluppo Agile.

Continua a leggere WIP limits

Wireframe

Nella metodologia Agile il termine wireframe o wireframe model (lett. modello in fil di ferro) indica un tipo di rappresentazione grafica da computer di oggetti tridimensionali, detta anche vettoriale. Con questo metodo vengono disegnati soltanto i bordi dell’oggetto, il quale di fatto resta trasparente al suo interno (sembrando, appunto, costruito con il “fil di ferro”). Questo metodo richiede calcoli molto più semplici rispetto alla rappresentazione di superfici, ed è quindi considerevolmente più veloce.

Continua a leggere Wireframe

Value Stream Map

Nella metodologia Agile un Value Stream Map è un grafico che mostra tutte le azioni eseguite per portare un prodotto sul mercato, o per passare dall’ordine alla consegna. Le azioni in questione includono passi per elaborare le informazioni trasmesse dai clienti, e passi per trasformare il prodotto fino alla consegna al Cliente. Il Value Stream Map include sia le attività a valore aggiunto che le attività non a valore aggiunto.

Continua a leggere Value Stream Map

User story

Nella metodologia Agile una User Story è un’affermazione (o un gruppo di asserzioni) che esprime una funzione desiderata dall’utente del prodotto del progetto. Può essere suddivisa in blocchi di attività sequenziali.

Le User Story devono rispondere alle 3 W; Who, What, Why. Per questo motivo le User Story hanno spesso la forma “Io, nel mio ruolo di…. desidero…. al fine di….”.

Continua a leggere User story

Team space

Con il termine Team Space (spazio del team) si intende l’ambiente in cui il team di sviluppo svolge il proprio lavoro quotidiano.

In Agile si favoriscono le interazioni faccia a faccia tra le persone (High Touch, Low Tech), per cui è molto utile che il team abbia a disposizione una sala dedicata, di solito indicata con il termine war room o bullpen.

Continua a leggere Team space

Story Map

In diversi framework Agile (ad esempio in Scrum) le user story sono raccolte in un product backlog e ordinate secondo la relativa priorità. La priorità è assegnata dal Product Owner in base al valore della user story così come è percepito dal business.

Continua a leggere Story Map

Servant Leadership

Servant Leadership

Articolo originale di E-quality Italia. Si parla estesamente di Servant Leadership nostri corsi Agile & Scrum in aula e in e-learning.

Lo stile di leadership preferito nei progetti Agile è la Servant Leadership.

Basandosi sugli scritti di Greenleaf Larry Spears ha in seguito identificato dieci caratteristiche che ogni servant-leader di successo dovrebbe possedere, e che descriviamo in dettaglio qui di seguito.

Continua a leggere Servant Leadership

Risk burn down chart

Nella metodologia Agile, il Risk burn down chart è un grafico che visualizza l’andamento nel tempo della gravità di ciascun rischio individuato per il progetto, insieme all’esposizione totale al rischio del progetto. Come di consueto la gravità di ciascun rischio viene calcolata come prodotto della probabilità e dell’impatto ad esso relativi.

Continua a leggere Risk burn down chart

Risk adjusted backlog

Nelle metodologia Agile il backlog è l’insieme finito dei deliverable che il team Agile deve creare. Tutti i progetti (ed a maggior ragione i progetti Agile) devono adottare un meccanismo per definire la priorità degli elementi presenti nel backlog, e di conseguenza la priorità delle attività di sviluppo,

Continua a leggere Risk adjusted backlog