fbpx
Expand search form

Corsi e certificazioni on line

Ottieni le certificazioni più richieste senza spendere una fortuna e da casa tua

Che cos’è Agile?

Ultimo aggiornamento 13 novembre 2020

In un periodo di boom degli approcci Agile (Agile Project Management, Agile Programme Management, Agile Business Analysis, solo per citarne alcuni) capita purtroppo spesso di incontrare organizzazioni che fanno finta di applicare Agile (il cosiddetto fake Agile).

Ma che cos’è Agile?

Agile è costituito da quattro valori fondamentali, riportati nell’Agile Manifesto, da dodici principi e da innumerevoli tecniche sviluppate nel corso degli anni, come ad esempio l’uso della Kanban Board, delle User Stories, dello Standup Meeting, ecc…

In che modo, dunque, è possibile far finta di applicare Agile? Semplicemente applicandolo alla rovescia.

Se iniziate con Agile applicando le tecniche e ignorando i principi e i valori lo state applicando alla rovescia, probabilmente non avrete alcun beneficio, e se siete particolarmente sfortunati potreste anche avere delle conseguenze negative.

Agile Manifesto

Agile Manifesto
Agile Manifesto

Il Manifesto riporta i quattro valori fondamentali di Agile:

  1. Le persone sono più importanti dei processi. Se un gruppo di persone decide che un processo non va bene questo deve essere modificato.
  2. Rilasciare un prodotto che soddisfi le esigenze di chi lo ha richiesto è la nostra massima priorità. Le altre considerazioni passano in secondo piano.
  3. È possibile creare valore soltanto grazie alla collaborazione tra fornitore e cliente. I contratti sono solo uno strumento a supporto della collaborazione. A supporto di questo punto del Manifesto sono stati sviluppati di recente i contratti flessibili.
  4. L’unica costante è il cambiamento. I piani sono un’utile illusione, la realtà ci sorprenderà sempre.

I 12 principi di Agile

Ecco la lista dei dodici principi, da utilizzare come linea guida per applicare i valori fondamentali e comprendere davvero che cos’è Agile.

  1. La nostra priorità numero uno è soddisfare il cliente rilasciando continuamente e il prima possibile prodotti software che generino valore.
  2. Le modifiche ai requisiti sono benvenute, anche a sviluppo già iniziato. I processi Agile sfruttano i cambiamenti per garantire al cliente un vantaggio competitivo.
  3. Rilasciamo frequentemente software funzionante, a intervalli che possono andare da un paio di settimane a un paio di mesi, dando preferenza ai periodi più brevi.
  4. Le persone del business e gli sviluppatori devono lavorare insieme ogni giorno per tutta la durata del progetto.
  5. I progetti sono portati avanti da persone motivate, cui abbiamo fornito le risorse e l’ambiente necessari per lavorare, fiduciosi che loro porteranno a termine il lavoro.
  6. Il modo più efficace ed efficiente di trasmettere le informazioni in un team di sviluppo è la comunicazione faccia a faccia.
  7. Il software funzionante è la più importante misura di avanzamento dei lavori.
  8. I processi Agile promuovono lo sviluppo sostenibile. Sponsor, sviluppatori e utenti devono essere in grado di mantenere un ritmo di lavoro costante per un periodo di tempo indefinito.
  9. L’attenzione costante alla buona progettazione e all’eccellenza tecnica aumenta l’agilità.
  10. La semplicità, ovvero l’arte di massimizzare il lavoro che non viene fatto, è essenziale.
  11. Le migliori architetture, requisiti e progetti sono realizzate da team che si organizzano da soli.
  12. A intervalli regolari il team deve riflettere su come diventare più efficace e modificare di conseguenza il proprio modo di agire.

Chiedetevi per prima cosa quanto siete d’accordo con i quattro valori Agile, poi con i dodici principi, e solo dopo iniziate ad applicare le tecniche; questa è la chiave per il successo e il modo per evitare il fake Agile.

I 4 livelli di applicazione

L’applicazione di metodi Agile può avvenire a quattro diversi livelli:

  1. livello aziendale – Enterprise Agility
  2. livello di progetto o programma – Agile Project Management
  3. livello di team
  4. livello individuale

Vediamo di seguito le caratteristiche principali di ogni livello.

Enterprise Agility

Molte organizzazioni hanno compreso che i metodi di lavoro tradizionali che le hanno tenute in attività finora potrebbero non essere più sufficienti per rimanere competitive e sopravvivere. Questo cambiamento è stato determinato da fattori quali:

  • aumento della domanda e delle aspettative dei clienti
  • comparsa di nuovi concorrenti (che sfruttano spesso nuove tecnologie) •
  • processi tradizionali non più adatti allo scopo per cui erano stati ideati •
  • cultura aziendale non al sostegno di in un mercato in rapida evoluzione.

Riteniamo che il metodo più maturo per introdurre l’Enterprise Agility in un’organizzazione sia Holacracy®, che abbiamo adottato nel 2016. Ma Holacracy® non è per tutti.

Per sostenere il cambiamento culturale necessario abbiamo quindi introdotto nel nostro catalogo AgileSHIFT®, un corso e una certificazione Axelos pensata per aiutare le organizzazioni a comprendere e influenzare il cambiamento adottando metodi di lavoro agili e snelli. Si tratta di una certificazione a un solo livello rivolta a tutti i membri del personale di un’organizzazione.

Agile Project e Programme Management

Agile project management‘ (gestione di progetto Agile) è un termine generico per i metodi di sviluppo che adottano un approccio incrementale e iterativo. Anche se ha avuto origine nello sviluppo di software, e si trova ancora principalmente in questo ambiente, i suoi principi possono essere applicati ad altre discipline.

Con il termine Agile Programme Management indichiamo invece gli approcci al cambiamento su grande scala caratterizzati dal rilascio incrementale dei risultati e dei benefici. I programmi Agile sono guidati da una chiara vision e i team che li compongono hanno ampia libertà di azione.

Team di sviluppo Agile

Il metodo più utilizzato per i team che desiderano sviluppare in modo Agile un nuovo prodotto è Scrum. Scrum è stato creato da Jeff Sutherland nel 1993 utilizzando un’analogia con lo sport del Rugby per rappresentare un team altamente integrato e interfunzionale.

Agile per i singoli individui

Non è possibile far guidare un’automobile ad alte prestazioni a una persona con riflessi scarsi. Allo stesso modo nessun programma di trasformazione Agile avrà successo se le persone che operano nell’organizzazione non sono dotate di competenze di auto gestione e auto organizzazione.

Getting Things Done® (GTD®) è un metodo per la gestione dell’efficienza personale introdotto da David Allen. GTD® modifica l’approccio delle persone alla vita e al lavoro e aiuta a creare nuove abitudini che rimarranno per sempre.

Getting Things Done® non funziona solo per i singoli individui, ma anche per i team e per le organizzazioni. In particolare GTD® risulta molto utile per i Project Manager e i team Scrum.

Perso nel labirinto delle certificazioni?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni 2 settimane novità e informazioni su come sfruttare al meglio le certificazioni per il tuo successo.

Call Now ButtonChiama ora!