fbpx
Expand search form

Corsi e certificazioni on line

Ottieni le certificazioni più richieste restando a casa

Agile Project Management, che cos’è?

Agile project management‘ (gestione di progetto Agile) è un termine generico per i metodi di sviluppo che adottano un approccio incrementale e iterativo. Anche se ha avuto origine nello sviluppo di software, e si trova ancora principalmente in questo ambiente, i suoi principi possono essere applicati ad altre discipline.

Negli anni si sono diffuse diverse metodologie per l’Agile Project Management, come ad esempio Scrum, AgilePM®, PRINCE2® Agile e il Praxis Framework.

Consulta i nostri corsi di Agile Project Management

Le diverse sfumature nell’applicazione di Agile sono accomunate comunque da alcune caratteristiche fondamentali, riportate nell’Agile Manifesto:

  • Brevi iterazioni di sviluppo note come sprint.
  • Lavoro a stretto contatto tra gli sviluppatori e le parti interessate.
  • Regolare ridefinizione delle priorità di lavoro.
  • Approccio rapido e flessibile nell’indirizzare i cambiamenti di ambito.

Varie tecniche si sono evolute al fine di supportare l’implementazione di queste caratteristiche, come i timebox per la pianificazione, il metodo MoSCoW per l’assegnazione di priorità e le burn down charts per riferire sullo stato di avanzamento lavori. Un modo molto semplice per capire la differenza tra Agile e forme di sviluppo più tradizionali è identificare il loro rapporto con il triplo vincolo (ambito, tempi, costi), come illustrato nella figura qui sotto.

Flessibilità dell'ambito
L’agile project management è caratterizzato dalla flessibilità dell’ambito, che è l’unica variabile che può essere modificata.

Nei progetti tradizionali, l’enfasi è posta sull’ambito. Nei progetti Agile, l’enfasi è posta su tempi e costi. L’ambito è ricavato da questi in modo che la pianificazione stabilisca quale ambito possa essere considerato entro i vincoli posti da tempo e costi.

Consulta i nostri corsi di Agile Project Management

Scrum

Scrum è un processo di sviluppo molto diffuso per l’Agile Project Management. Fu creato da Jeff Sutherland nel 1993 utilizzando un’analogia con lo sport del Rugby per rappresentare un team altamente integrato e interfunzionale.

Il processo Scrum

In un approccio scrum un product owner crea una wish list su base prioritaria chiamata product backlog. Questa lista può essere messa in priorità utilizzando tecniche come MoSCoW e dovrebbe essere soggetta ai principi fondamentali della gestione dei requisiti.

Durante lo sprint planning (pianificazione dello sprint), il development team seleziona un gruppo di prodotti ad elevata priorità che si impegna a completare durante uno sprint (timebox) dalla durata, generalmente, tra le 2 e le 4 settimane.

Il team si incontra ogni giorno per verificare lo stato di avanzamento lavori e questo incontro è facilitato da uno ‘Scrum Master’. Il ruolo dello scrum master è mantenere il team concentrato, tenere traccia dello stato di avanzamento e rimuovere gli ostacoli che potrebbero influenzare il raggiungimento degli obiettivi dello sprint. Le opinioni circa il fatto che il ruolo dello scrum master possa o meno essere ricoperto dal project manager sono discordanti.

Lo stato di avanzamento nell’ambito di uno sprint può essere monitorato utilizzando un approccio kanban. Lo stato di avanzamento dello sviluppo di un prodotto durante molteplici sprint può essere visualizzato in una burn down chart.

Alla fine dello sprint, i prodotti scelti potrebbero essere pronti per essere dimostrati al product owner o effettivamente consegnati. Qualsiasi prodotto non completato viene reinserito nel backlog.

Uno sprint dovrebbe concludersi con una review (quasi come una review post progetto ma su una scala molto ridotta). Il team poi seleziona il successivo gruppo di prodotti per lo sprint a seguire.

Consulta i nostri corsi di Agile Project Management

AgilePM®

AgilePM® è un “pacchetto” completo, che include una metodologia di Project Management e una metodologia per la realizzazione e il rilascio di prodotti. AgilePM® contiene tutto quanto è necessario per gestire e realizzare progetti in modo agile, ed è facile da comprendere e mettere in pratica.

AgilePM® è stato realizzato dall’organizzazione no-profit Agile Business Consortium (in precedenza nota come DSDM Consortium), ed è il risultato di 20 anni di esperienza e continui feedback da parte di progetti dei settori pubblico e privato.

Esistono parecchi approcci agile basati sullo sviluppo iterativo di prodotti, che consentono di raggiungere efficacemente l’obiettivo. AgilePM® ritiene che le caratteristiche dei progetti siano differenti da quelle dello sviluppo iterativo di prodotti.

Il metodo tiene conto del fatto che i progetti hanno un ciclo di vita, e che il loro allineamento strategico e il relativo business case debbano essere approfonditi in modo da comprendere quali siano i benefici ed il valore che i risultati del progetto consentiranno di ottenere.

La filosofia dell’Agile Business Consortium prevede che ogni progetto debba essere allineato o obiettivi strategici chiaramente definiti, e debba focalizzarsi sul fare ottenere rapidamente dei benefici concreti al business. La parola importante qui è “rapidamente”. Un approccio agile deve consentire di ottenere dei benefici più rapidamente di un approccio di project management tradizionale.

Il ciclo di vita di AgilePM® consente di raggiungere questo obiettivo durante le fasi di Pre-project, Feasibility e Foundations.

AgilePM® ha un ciclo di vita ben definito, che consente di mantenere sotto controllo il progetto dal momento dall’ideazione fino all’ottenimento dei benefici.

Il ciclo di vita AgilePM®
Il ciclo di vita AgilePM®

Consulta i nostri corsi di Agile Project Management

Come funziona AgilePM®?

Il progetto è suddiviso in periodi di tempo brevi e ben focalizzati, con degli obiettivi chiaramente specificati. Il lavoro è diviso in timebox con delle deadline inamovibili, durante le quali ha luogo lo sviluppo, in modalità evolutiva. L’uso della prioritizzazione MoSCoW garantisce che i deliverable siano costantemente rivalutati alla luce delle priorità di business.

I ruoli che devono essere ricoperti nei team di Project Management e di Delivery sono definiti chiaramente e hanno delle responsabilità precise; sono rappresentati tutti i ruoli di Business, di Project Management e di Sviluppo Tecnico necessari per gestire, realizzare e rilasciare i risultati del progetto. Per ottenere i migliori risultati dall’applicazione di AgilePM® si suggerisce di richiedere il supporto di un Coach.

Durante tutto il progetto devono essere applicati otto principi:

Sono anche indicati cinque fattori critici di successo che devono essere tenuti sotto controllo per garantire che lo spirito di AgilePM® sia mantenuto attivo durante tutto il progetto:

  • Abbracciare l’approccio AgilePM
  • Un team efficace per sviluppare le soluzioni
  • Coinvolgimento del business
  • Sviluppo iterativo, test integrato e rilasci incrementali
  • Trasparenza

L’Agile Business Consortium ha messo anche a disposizione un Project Approach Questionnaire per valutare l’applicabilità dell’approccio AgilePM a uno specifico progetto. La guida AgilePM® fornisce anche indicazioni su come comportarsi negli ambienti in cui i benefici dell’approccio Agile non siano percepiti in modo chiaro.

Consulta i nostri corsi di Agile Project Management

A chi potrebbe servire AgilePM®?

L’approccio AgilePM® può essere applicato da tutte le organizzazioni che desiderano adottare un approccio Agile, sia nel caso stiano già adottando un approccio di Project Management strutturato, sia nel caso opposto. Il metodo può essere integrato facilmente con PRINCE2®, dal momento che i ruoli definiti nei due approcci sono complementari, e i cicli di vita sono simili; AgilePM® ha in più, rispetto a PRINCE2®, i ruoli necessari alla realizzazione dei requisiti.

È possibile applicare AgilePM® anche insieme agli eventuali metodi di sviluppo Agile già esistenti, come ad esempio Scrum, dal momento che i metodi di sviluppo Agile si somigliano un po’ tutti. Rispetto a Scrum aggiunge i ruoli necessari per dirigere e gestire il progetto.

Consulta i nostri corsi di Agile Project Management

PRINCE2 Agile®

PRINCE2 Agile® è una nuova guida al Project Management Agile, realizzata da Keith Richards, lo stesso autore della guida AgilePM®. PRINCE2 Agile® risulta particolarmente utile per chi applica Scrum e desidera ottenere una migliore governance dei progetti, o per chi applica PRINCE2® e desidera capire come integrare questo metodo con i framework Agile per lo sviluppo di prodotti. In questo mini corso vi illustriamo i punti principali della nuova metodologia.

Mini corso PRINCE2 Agile®

Consulta i nostri corsi di Agile Project Management

Perso nel labirinto delle certificazioni?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni 2 settimane novità e informazioni su come sfruttare al meglio le certificazioni per il tuo successo.